GIARDINO PENSILE PETAZZI – VIA VOLTA 68

La via Volta fu denominata così nel 1888 in onore di Alessandro Volta, il quale risiedeva in un’abitazione, posta in quella via, di proprietà della sua famiglia sin dal 1500. L’abitazione ospita, sulle mura che si affacciano sul Viale Varese, diversi giardini sopraelevati. Come molte altre case costruite in via Volta, tra la strada e […]

CASA DI VOLTA – VIA VOLTA 62

L’attuale via Volta, cuore di Bellezze Interiori e del centro città, ha assunto questa denominazione nel 1888 dopo la morte di Alessandro Volta, che risiedeva proprio in questa abitazione di proprietà della famiglia sin dal 1500. Si presenta come un imponente palazzo risultante dall’incorporazione e fusione di diversi fabbricati, compiute dopo la metà dell’Ottocento. Si […]

PREFETTURA – VIA VOLTA 50

Lo sfarzoso palazzo di via Volta ha acquisito l’attuale fisionomia a seguito dell’unione, subito dopo il 1625, di due abitazioni medievali situate nell’allora Contrada di Porta Nuova (oggi via Volta), erano entrambe proprietà Torriani. Nel dicembre 1625 le due case furono affittate unitamente alla Comunità di Como per uso del Governatore. L’edificio venne rinnovato nel […]

PALAZZO DELLA TORRE – VIA VOLTA 64

L’imponente edificio è frutto del restauro del Novecento voluto dall’industriale tessile Arturo Stucchi. Quando acquistò la proprietà commissionò il progetto all’architetto Federico Frigerio, principale esponente dell’eclettismo architettonico del ‘900, padre del noto Tempio Voltiano. Esso realizzò anche le diverse decorazioni del grande cortile come: la cancellata di legno e ferro battuto che chiude l’androne, le […]

GIARDINO PENSILE – VIA VOLTA 70

Classico esempio dei giardini pensili, nascosti lungo le mura del centro storico di Como. La loro costruzione del complesso difensivo ha infatti comportato un sopralzo delle quote dei terreni all’interno e la formazione dei terrapieni dei bastioni e di ampi fossati. Venute meno le esigenze militari, le aree dei fossati vennero privatizzate e frazionate, consentendo di realizzare strade, edifici, cortili e giardini.

Classico esempio dei giardini pensili, nascosti lungo le mura del centro storico di Como. La loro costruzione del complesso difensivo ha infatti comportato un sopralzo delle quote dei terreni all’interno e la formazione dei terrapieni dei bastioni e di ampi fossati. Venute meno le esigenze militari, le aree dei fossati vennero privatizzate e frazionate, consentendo […]