CASA DI VOLTA – VIA VOLTA 62

L’attuale via Volta, cuore di Bellezze Interiori e del centro città, ha assunto questa denominazione nel 1888 dopo la morte di Alessandro Volta, che risiedeva proprio in questa abitazione di proprietà della famiglia sin dal 1500. Si presenta come un imponente palazzo risultante dall’incorporazione e fusione di diversi fabbricati, compiute dopo la metà dell’Ottocento. Si trova nel centro storico di Como, all’interno dell’ambito urbano di Contrada Porta Nuova, urbanisticamente protetto dalle antiche mura medievali.

Sulla destra del portone del numero civico 62 vediamo la lapide con la scritta “Fu questa l’avita casa di Alessandro Volta”. Il complesso edilizio contenente la Casa Volta si articola in due androni di ingresso che conducono a due cortili diversi accomunati dall’avere il giardino a ridosso delle mura. L’unità viene ottenuta dalla facciata tardo-neoclassica sormontata dal grande timpano neoclassico, posto a metà tra i due androni.