Via Alessandro Volta n°24, Como

A pochi passi dalla chiesa di Sant’Eusebio si trova l’antico palazzo un tempo appartenente alla famiglia Cocquio Gaggio, all’epoca, tra le più note del quartiere. L’edificio, già dimora gentilizia cinquecentesca, venne rinnovata nel 1790 in un elegante barocchetto. Forse non tutti sanno che, la via Volta, dove si trova l’ingresso, è probabilmente la più lunga di tutta la città murata di Como, ed è il risultato della fusione di quella che un tempo era conosciuta come Contrada di Porta Nuova e la Contrada del Fontanile. Superato l’elegante cancello in ferro battuto, ci si trova immersi tra alberi centenari e piante da frutto in uno dei rarissimi giardini realizzati in piano, l’unico dell’intera via Volta che, come è ben noto, si caratterizza per i suoi giardini pensili sopra le mura.