Via Pissarottino n° 9, Brunate

A cavallo tra la fine del primo decennio del secolo e inizio del secondo, fu edificata Villa Cantoni. Sorta senza pretese, suscitò l’interesse dell’ingegner Rossetti, noto sul territorio per la sua collaborazione nella costruzione della funicolare di Brunate. Nel 1924 l’avvocato Angelo Cantoni, genero del Rossetti, avviò per mano dell’ingegnere Guido Aureggi la restaurazione dell’intero edificio, lasciando inalterato il terzo ed ultimo piano destinato a torretta-osservatorio.
Nella ristrutturazione spicca l’abilità d’uso del cemento, ampiamente utilizzato per il rivestimento esterno dell’intera abitazione. Ne sono esempio: le due serie di ordini di colonnine che sostengono le terrazze di affaccio verso il lago, l’uso in veste scultorea nei parapetti, nelle riquadrature delle finestre e in diversi altri ornamenti.