Via Roma n°11, Brunate

Probabilmente opera del celebre ingegnere Antonio Giussani per via delle diverse somiglianze con l’adiacente Villa Giuliani, attivo a Como nella prima metà del XX secolo, l’abitazione nata come “Villa Marchello”, fu terminata nel 1920. Nascosta dalla rigogliosa vegetazione agli occhi dei passanti, la struttura in stile neorinascimentale, si distribuisce su due piani verso il monte che diventano tre verso la valle per il dislivello dato dal terreno.

Il giardino di presenta in stile formale, più comunemente conosciuto come “giardino all’italiana”, caratterizzato da una suddivisione geometrica degli spazi ottenuta, in questo caso, grazie all’uso di siepi. Ospiti del giardino, da cui è possibile ammirare il panorama del parco alpino occidentale, sono anche le specie più presenti nella zona tra cui castagni, faggi e betulle.